Arrivo... con calma, ma arrivo!

LA STORIA DEL PASSO CAPPONI

Il nome “Passo Capponi” nasce nel 2012 da una battuta di Alessio Guidi sulla lentezza podistica di Davide Capponi. Sui social network il correre al passo di Davide diventa ben presto il “Passo Capponi”. Da allora, fedeli al motto “ARRIVO… CON CALMA MA ARRIVO!!!” sempre più podisti si sono avvicinati al Passo Capponi facendolo diventare a tutti gli effetti un movimento podistico trasversale con tantissimi simpatizzanti in tutta Italia. Abbiamo sempre cercato di abbinare alla corsa alcune iniziative benefiche, facendo così nascere importanti collaborazioni con le gare più importanti d’Italia e coinvolgendo spesso i campioni del podismo. L’esplosione “numerica” del movimento, il cambiamento delle regole sulle convenzioni Fidal/EPS, ma soprattutto il fatto che il podismo e i podisti sono cambiati hanno portato Alessio e Davide a fare il grande passo… Dal 23 Maggio 2016, infatti, “PASSO CAPPONI ASD” è una società podistica affiliata alla Fidal.

Ultime notizie

ECCO LE ULTIME NOVITA' DAL POLLAIO

  • icon Allenamento collettivo 5/03/2017
  • 19 febbraio 2017 Caretera ed Rubera
  • Domenica 12 febbraio 2017

Allenamento collettivo Passo Capponi

lunedì 6 marzo 2017

”…vorrei sottolineare il comportamento esemplare dei 200 e oltre runners che sono passati al ristoro dell'Oppio. Non c'è stata una sola persona che non si sia fermata per salutare e ringraziare, non ho raccolto un solo bicchiere da terra e ho visto sempre e solo facce sorridenti ed entusiaste…” in queste parole di Davide Capponi c’è il riassunto dello spirito con cui le 250/260 persone (di cui 232 “registrate” con pettorale) hanno partecipato all’allenamento lungo collettivo organizzato da Passo Capponi ieri mattina a San Giovanni in Persiceto (BO). Così dopo la consegna dei pettorali e l’immancabile foto di gruppo le stradine di campagna tra Persiceto e la località (ormai famosissima) di Madonna dell’Oppio si sono riempite di runners allegri e sorridenti pronti a macinare km in preparazione delle maratone primaverili. Tutti con lo stesso denominatore comune dalla mitica Annalisa Ballotta che camminando con una sua amica ha fatto più chiacchiere che km al nostro coach Gianluca Di Meo che di km ne ha fatti addirittura 42, oppure dal polleggiatissimo Dino Grammatico che ha fatto 8,5 km “senza esagerare” ai bomber Marco Mazzanti e Michele Busi che hanno letteralmente volato a velocità da ritiro patente!!! Organizzazione “da maratona” con spogliatoi, deposito borse custodito, pettorale, pacco gara (capo tecnico, gadget Macron, pacco di pasta 500gr, buono sconto NaturaSì da 10,00 euro, buono sconto Lucky Sport del 22% e coupon per apertura c/c gratuito BANCO BPM), 4 percorsi segnati da 8,5 – 10 – 11,5 – 14 km, 3 ristori sui percorsi (due “serviti” a metà del giro da 14 km e all’arrivo e uno “fai da te” a metà del giro da 10 km), pacemakers ai 5,30 min/km e ai 6,00 min/km, massaggi gratuiti (3 massaggiatori per circa 25/30 massaggi fatti) e possibilità di fare la doccia in piscina (al costo di 2,00 euro). Premiazione per le società più numerose (prima classificata I SSSIAN di Minerbio con 28 iscritti), premiate le prime donne e i primi uomini dei 4 percorsi, premiato chi ha fatto più km in assoluto e premio a sorpresa (confezione da 6 piatti fondi aggiudicato alla G.P. VIGANARESE – FE). Ovviamente il tutto gratis come al solito. Al termine dell’allenamento il ristoro finale si è trasformato, come da nostra abitudine, nel più classico dei terzi podistici con salami, mortadelle, prosciutti, formaggi, crescenti, pizzette, patatine, torte salate, torte dolci, pasticcini, spritz (18 litri….e se ce ne fosse stato ancora!!!), birre, vino e acqua (c’era anche l’acqua??? Boh???). Da presidente e da organizzatore sono veramente contento di aver visto ieri mattina tanti sorrisi, tanta allegria, tanti podisti che grazie “al gruppo” sono riusciti a fare 30/35 km come allenamento che molto probabilmente da soli non avrebbero mai fatto ma soprattutto mi ha fatto piacere vedere lo spirito con cui tutti hanno partecipato. Tutti senza le solite menate e tutti senza le malinconie podistiche old-style ma tutti con la voglia di esserci, la voglia di aggregazione e la voglia di “sudare in compagnia”. E’ questo il podismo che piace a me!!! Concludo ringraziando tutti i tantissimi presenti (che sono ormai una piacevolissima conferma per i nostri appuntamenti), tutti quelli che hanno portato qualcosa da mangiare/bere, l’European Medical Center per i massaggi, la Macron per lo stand e i gadget, Paolo Neri - Lucky Sport - Banco Bpm e NaturaSì per la composizione del pacco gara, Daniele Tarozzi per l’ospitalità e tutti quelli che si sono sbattuti nell’organizzazione….lasciatemelo dire : Passo Capponi mès que un club.

Alessio Guidi



Prosegui la lettura

 

37° CARETERA di Rubiera (RE)
Sorrisi, musica, sport, travestimenti, podisti, famiglie, bambini, camminatori, divertimento in un’unica parola…CARETERA. Stamattina 5.270 persone al via (di cui 1.450 delle scuole) per la 37° edizione della Caretera di Rubiera (RE), come al solito bellissima la partenza con la via principale del paese piena di persone in attesa dello “sparo” fin quasi dalla zona tende. Il clima che si respira è fin da subito quello di una grande festa tipica delle grandi manifestazioni sportive, la musica e uno scoppiettante Brighenti rendono il tutto piacevole e divertente. Con il mio “pollaio” del Passo Capponi partiamo in fondo al gruppo ed iniziamo subito a far “balotta” con tutti, il ritmo blando e il tanto fiato nei polmoni aiutano molto, così i primi km scorrono via veloci, al quinto km si entra nel bellissimo parco di Villa Spalletti dove cigni e pavoni ci guardano straniti e stupiti da dentro allo stagno. Appena usciti dal parco incrociamo i primi podisti che sono già sulla via del ritorno verso il centro di Rubiera mentre noi ci dirigiamo con molta più calma verso Arceto che è circa a metà del percorso lungo da 16 km (segnalo molto volentieri Ilaria Aicardi “prima donna” della corsa in canotta Podistica Rubierese). All’undicesimo km si arriva in località Corticella dove una squadra di cheerleaders accoglie i podisti al ristoro a ritmo di musica e sul tavolo oltre ad acqua, the, biscotti e arance c'è il quarterback Coia che serve mojito e caipiroska ai podisti più “virtuosi”. Negli ultimi km incrociamo e superiamo tutte le famiglie e i bambini delle scuole prevenienti dal giro corto, dove hanno avuto la piacevole sorpresa di vedere tutti i supereroi in servizio al ristoro capitanati da Batman Lollo. A 500 mt dall’arrivo il mitico Carlo Margini ci lancia la volata finale col megafono e sull’ultima curva riceviamo gli incitamenti dei parruccati Piccy e Bunny, al traguardo dopo 16 km il cronometro dice….boh? ma chi c’ha guardato??? Troppo bello e divertente correre così per perdere tempo a guardare passo e tempo. Bellissimo anche vedere tante persone fermarsi nella piazzetta del ristoro per commentare, scherzare ed aspettare gli amici più lenti…anche questo fa parte della "festa Caretera”. Concludo facendo i complimenti agli amici della Podistica Rubierese perché con tanto entusiasmo e competenza sono riusciti ad organizzare in modo impeccabile questa camminata (che non ha nulla da invidiare alle grandi classiche del podismo italiano), con strade chiuse al traffico, incroci ottimamente presidiati, segnaletica perfetta, ristori che hanno resistito “all’invasione” dei 5.270 partecipanti il tutto fatto con il sorriso sulla bocca e tanta, ma veramente tanta passione. E’ questo il podismo che piace a me.



Prosegui la lettura

 

...e io mi stimo un bel pó!!!!!



Prosegui la lettura